SEO Penalty Recovery

L’evoluzione dei motori di ricerca e in particolare di Google, che consideriamo il motore di ricerca più evoluto, ha fatto si che sempre più frequentemente, i siti di qualsiasi genere, vengano colpiti da penalizzazioni, da qui è nata l’esigenza di fornire un servizio dedicato alla consulenza per risoluzione penalizzazioni, che abbiamo chiamato appunto SEO Penalty Recovery.

Le penalizzazioni possono essere di due tipi principali, quelle algoritmiche e quelle manuali. SEO Penalty Recovery consulenza per risoluzione penalizzazioni Le penalizzazioni algoritmiche, sempre più frequenti a causa di un inasprimento degli algoritmi di Google, sono calcolate in maniera automatica, quindi senza necessità di un intervento umano, al passaggio dello spider del motore di ricerca, se vengono riscontrate degli scostamenti di certi parametri preimpostati, scatta il penalty e il sito perde posizionamento, a volte anche in maniera drastica senza una ragione apparente.

Molti gestori o titolari di siti aziendali non si rendono neppure conto dell’accaduto, serve una verifica approfondita di un esperto seo, che tramite specifici controlli, sappia individuare il problema e quindi procedere con il SEO Penalty Recovery.

Le penalizzazioni manuali invece vengono inflitte dai quality raters, degli impiegati specializzati di Google che, visitando i siti web della rete, decidono in base alle  loro verifiche, che quel sito non sia o non sia più conforme alle Guidelines di Google e pertanto anche in questo caso gli infliggono un penalty.

Anche in questo caso è fondamentale una verifica di un esperto seo che dovrà controllare per conto del committente, se esiste questo tipo di peanlizzazione e porvi rimedio al più presto, per riportare il sito in una situazione virtuosa agli occhi di Google.

Quali penalizzazioni si possono risolvere con il servizio SEO Penalty Recovery?

Il nostro servizio di SEO Penalty Recovery si può applicare in tutti quesi casi in cui si abbia un calo improvviso o anche più graduale delle visite, che spesso è associato ad un penalty o algoritmico o manuale ( può accadere che siano anche contemporanei ) e che si debba indagare a fondo per stabilirne le cause, per poi porre rimedio con le dovute azioni di ripristino.

L’azienda committente non ha le capacità, ne la strumentazione adeguata per porre in essere delle verifiche complesse come quelle necessarie all’individuazione di una penalizzazione, teniamo infatti presente che esistono svariati generi di penalty, scattati per molteplici motivi, anche concomitanti e che quindi, se non si sa dove mettere le mani, difficilmente si saprà arrivare ad una risoluzione del problema.

Quali sono le penalizzazioni più frequenti?

Le penalizzazioni che vediamo essere inflitte più frequentemente da Google sono, molto spesso quelle a seguito di una errata politica di link building, causate da un eccesso di link con anchor text troppo ripetuti, per questo adesso c’è l’algoritmo Google Penguin che ci obbliga a mantenere un controllo serrato sul tipo e sulla varietà delle anchor che vengono inviate al sito obbiettivo.

Un’altro motivo di penalizzazione è frequentemente quello inflitto per contenuti duplicati, per vari motivi, o perchè il nostro webmaster ha copiato dei testi di altri e quindi ha inserito sul sito dei testi già presenti sul web, oppure perchè altri hanno copiato i nostri e ci hanno comunque danneggiato creando di nuovo una situazione di doppioni presenti in rete, Google dispone di un efficientissimo filtro anti-duplicazione che li individua in pochissimo tempo.

Anche qui con appositi strumenti si può intervenire individuando i testi non a posto e andando o a richiedere la rimozione, nel caso altri ci avessero copiato, oppure andando ad aggiornare i nostri se non fossero originali.

Un’altro motivo di penalty, può essere l’entrata in azione dell’algoritmo Google Panda, deputato al controllo della qualità dei testi sui siti web, se i testi vangono giudicati di scarsa qualità, anche qui scatta una penalizzazione che può causare una importante perdita di posizioni nei motori di ricerca, non è detto che i testi magari siano copiati, ma semplicemente possono essere stati giudicati di una qualità troppo bassa per essere interessanti, prendiamo l’esempio di molti siti MFA (Made For Adsense) presenti in rete, che negli anni scorsi non hanno curato per niente la qualità dei contenuti.

Chi si occuperà di mettere in atto il SEO Penalty Recovery?

Di queste cose si occupa il nostro SEO Specialist, Gualtiero Santucci, che è anche titolare di RankLab Studio, che ha oltre 14 anni di esperienza nelle problematiche legate ai motori di ricerca e nel corso degli anni, si è trovato di fronte a numerosi casi di penalizzazioni, risolte sia per siti di proprietà (fortunatamente poche volte), che per siti di clienti.

Chiedici subito un Preventivo gratuito

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Indirizzo sito (richiesto)

Servizio (richiesto)

Budget orientativo (richiesto)
selezionare un importo

Oggetto

Il tuo messaggio

Autorizzo trattamento dati come da informativa privacy

Scrivi il codice di verifica
captcha

Categorie principali