Screaming Frog un utile e completo strumento di analisi seo (parte1)

Screaming Frog strumento di analisi SEONello svolgere il nostro lavoro, ogni giorno ci rendiamo conto di quanto sia importante esaminare sempre più approfonditamente le nostre pagine e controllare le caratteristiche del nostro sito, per poter così raggiungere un livello di ottimizzazione tale che ci permetta di escludere errori e di eliminare quegli impedimenti che potrebbero renderlo meno performante.

La Seo è divenuta nel tempo una materia che richiede molte conoscenze e continuo impegno e questo deve essere supportato dagli strumenti giusti, se si vogliono raggiungere i risultati desiderati.

Cosa è Screaming Frog

Partiamo con il dire che Screaming Frog è un vero e proprio crawler, ovvero un software in grado di eseguire una scansione approfondita e dettagliata del nostro sito, mettendo in evidenza i punti focali che ci interessano, ma vediamo insieme quali sono, facendoci aiutare da uno screenshot del programma stesso. (QUi il Download)

Screaming Frog schermata

Come potete vedere già da questa prima schermata generale, appena eseguita la scansione del nostro sito, possiamo avere da subito una panoramica su tutti gli elementi che costituiscono le basi di un controllo Seo e cioè:

  • Url degli elementi che costituiscono il sito (Internal)
  • Url verso risorse esterne (External)
  • Codici di risposta delle pagine (Response Codes)
  • Url estese delle pagine (Url)
  • Meta tag Title delle pagine (Page Titles)
  • Meta Description delle pagine(Meta Description
  • Meta Keywords delle pagine (Meta Keywords)
  • Intestazioni di paragrafo H1 (H1)
  • Intestazioni di paragrafo H2 (H2)
  • Immagini del sito (Images)
  • Direttive impostate sulle pagine (Directives)
  • Elementi Ajax (Ajax)
  • Filtri personalizzati (Custom).

Fin qui nulla di particolare, ci sono molti tool che fanno queste cose, ma vedremo in seguito che questo è solo l’inizio e che questo strumento è capace di ben altre verifiche e che, se usato in maniera creativa, ci consentirà di ottenere un sacco di informazioni sul nostro sito e sui siti dei nostri competitors.

Per prima cosa quindi, andiamo ad inserire la url del nostro sito nell’apposito spazio e diamo il via ad una scansione di prova, nel giro di pochi secondi, dipendentemente dalla vastità del sito, avrete i risultati.

Già questa scansione di base, vi consentirà di trovare meta tags duplicati o non presenti, troppo lunghi o troppo corti, pagine con contenuti scarsi, pagine che restituiscono codici di errore, intestazioni di paragrafo e anche altri elementi fondamentali come l’elenco dei link sia interni che verso l’esterno.

Utile anche la possibilità di generare una sitemap in formato standard .xml e la possibilità di individuare tutte le pagine che hanno velocità di caricamento troppo lunga, tramite la sezione Response Time, che fa parte della Tab Response Codes.

Nel prossimo articolo vedremo come utilizzare questo potente crawler per individuare problemi nel sito e anche per scoprire alcune cosine interessanti sia sul nostro sito che su quelli dei diretti competitors:

Gualtiero Santucci, SEO/SEM Specialist RankLab Studio.

 

Articoli correlati

Nessun commento

Puoi scrivere il primo commento.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.

Chiedici subito un Preventivo gratuito

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Indirizzo sito (richiesto)

Servizio (richiesto)

Budget orientativo (richiesto)
selezionare un importo

Oggetto

Il tuo messaggio

Autorizzo trattamento dati come da informativa privacy

Scrivi il codice di verifica
captcha

Categorie principali